Vai al contenuto

GeoNight 2022: la Società Geografica Italiana apre le sue porte

Tempo di lettura: 2 Minuti

In occasione della Notte internazionale della Geografia – che si svolge il 1° aprile – la Società Geografica Italiana apre le porte alle visite guidate, alla scoperta del suo ricco patrimonio custodito nella Biblioteca e negli Archivi. Un’ottima opportunità per conoscere quello che è un vero e proprio museo del viaggio, racconto del mondo e rappresentazione dello spazio geografico. Numerose sono le attività tecnologiche innovative messe in campo per la valorizzazione e la diffusione del sapere geografico. Particolare interesse è rivolto alla ricognizione geografica speditiva con droni. Vengono presentati, in modo divulgativo, metodi di lavoro, alcune tecnologie e mezzi impiegati, potenzialità nella raccolta e nella elaborazione dei dati. È inoltre possibile vedere l’allestimento di uno “Studio di produzione multimediale”, connesso a un sistema di diffusione live, che si configura come avanguardia nella costruzione di realtà virtuali esperienziali.

La Notte Internazionale della Geografia è promossa da EUGEO (Association of Geographical Societies in Europe) col supporto dell’Unione Geografica Internazionale. Quest’anno è stato affidato proprio all’Italia il coordinamento dell’iniziativa nell’ambito della Notte Europea della Geografia. L’evento si svolge grazie al supporto di diverse istituzioni quali l’Associazione dei Geografi Italiani, l’Associazione Italiana di Cartografia, l’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, il Centro Italiano per gli Studi Storico Geografici, la Società di Studi Geografici, il Touring Club Italiano, il WWF Italia e la prestigiosa Società Geografica Italiana.

Palazzetto Mattei in Villa Celimontana, a Roma, sede della Societa Geografica Italiana