L’incoronazione imperiale di Federico II, 801 anni fa

Papa Onorio III incorona Federico II imperatore a Roma il 22 novembre 1220 (Musée Condé, Chantilly, Francia)
Tempo di lettura: 3 Minuti

“Nella primavera del 1220, da Francoforte Federico ripartì per l’Italia, ove giunse nell’ottobre 1220. […] Il 22 novembre 1220, festa di Santa Cecilia, tra una gran massa di popolo festante, ali di principi e di nobili giunti da ogni parte del mondo di allora, file interminabili di chierici, vescovi e cardinali, in un’atmosfera di grande solennità, Federico II varcava la soglia d’argento di San Pietro in Roma. All’altare maggiore era ad attenderlo, coronato della tiara d’oro, il pontefice Onorio III. Reso omaggio di devozione ed il giuramento di fedeltà alla Chiesa di Cristo, Federico II riceveva dal Papa la corona imperiale, la spada, lo scettro e il globo crocifero. Ancora, innanzi al cardinale Ugo da Ostia, il novello Imperatore assumeva la croce, quale impegno solenne per la crociata di Terra Santa nel successivo agosto”.

Federico II di Svevia

Federico II di Svevia

Così lo storico Giuseppe de Troia descrive l’incoronazione di Federico II di Svevia, avvenuta il 22 novembre 1220. Il re di Germania, e nipote di Federico Barbarossa, aveva solo 25 anni quando ottenne il titolo di Imperatore del Sacro Romano Impero, ma le idee abbastanza chiare circa la concezione e il governo dell’Impero. Nato a Jesi, nelle Marche, fece del Regno di Sicilia il fulcro della sua politica trasformando la capitale, Palermo, in un luogo di incontro fra le civiltà cristiana, greca, latina e araba.

Palermo, il Palazzo dei Normanni, già Palazzo Reale

Soprannominato Stupor Mundi – il suo nome di nascita è Federico Ruggero di Hohenstaufen, nobile famiglia sveva, nonché discendente da parte di madre dai Normanni di Altavilla –, fu certamente un personaggio carismatico, assai colto e attento nella realizzazione di un potere basato su un’accentuata attività legislativa moralizzatrice e di un Impero strutturato centralmente e teso all’efficienza amministrativa. A lui si deve la fondazione nel 1224 dell’Università di Napoli e la diffusione della cultura grazie a letterati, giuristi, architetti e filosofi, che riunì nella sua Corte.

Un'antica immagine di Federico II

Un’antica immagine di Federico II

Immagine di copertina: Papa Onorio III incorona Federico II imperatore a Roma il 22 novembre 1220 (Musée Condé, Chantilly, Francia)