Vai al contenuto

“A Palazzo con lo Scrittore”

Villa Cefaly-Pandolphi, Acconia di Curinga (CZ)

Ville e dimore storiche diventano luogo per diffondere saperi

Ascoltare e discutere di letteratura, filosofia, musica e arte rappresenta un momento di crescita individuale, soprattutto se si ha l’opportunità di stare insieme. Se poi tale opportunità è arricchita dalla raffinatezza presente in particolari luoghi di incontro, allora la bellezza della cultura si interseca con quella di siti quali ville e palazzi storici. Si tratta delle medesime suggestioni garantite dal Symposium dell’antica Grecia, o dai circoli di Mecenate, o dai salotti culturali del Medioevo e del Rinascimento, o anche dai caffè ottocenteschi. Un modo di diffondere cultura fondato sul racconto, sul confronto, sull’incontro. In quest’ottica è nata la rassegna denominata “A Palazzo con lo Scrittore”, ideata e diretta da Raffaele Gaetano.

A Palazzo con lo Scrittore” si propone di far conoscere questi luoghi di eleganza schiudendoli per un giorno al pubblico. Un’esperienza capace di sollecitare ricordi interferendo con le emozioni sino a colmarle di senso. Quella di quest’anno è la seconda edizione e valorizzerà alcune delle più antiche e raffinate dimore storiche calabresi: Palazzo Passalacqua-Marasco di Soveria Mannelli, Villa Cefaly-Pandolphi di Acconia di Curinga, Palazzo Bevilacqua di Curinga.

Tre gli eventi del cartellone 2021, tutti caratterizzati dall’incontro con un autore col quale si instaura un fitto dialogo sul tema specifico; la degna conclusione di ogni dibattito è poi la degustazione di vini calabresi di eccellenza.

A PALAZZO CON LO SCRITTORE

 

Sabato 28 agosto,  “Leopardi, L’Infinito e La Ginestra” – Incontro con Fabiana Cacciapuoti

Anche nei tempi in cui viviamo, in cui la nostra natura più vera e profonda è soffocata da un eccesso di razionalizzazione, sopravvive nell’animo dell’uomo una forza insopprimibile, la forza dell’illusione, pronta a risorgere, e sulla quale è possibile fondare una società più giusta e nobile. È questo l’approdo cui arriva Giacomo Leopardi attraverso un percorso ricco e complesso, in cui è possibile individuare due momenti emblematici: la prima stesura dell’Infinito, nel 1819, e la scrittura della Ginestra, nel 1836 (quando la riflessione leopardiana si conclude trovando forse la sua forma poetica più compiuta). Fabiana Cacciapuoti è tra le maggiori studiose di Leopardi, a lungo curatrice del Fondo Leopardiano della Biblioteca Nazionale di Napoli.

L’incontro si terrà a Soveria Mannelli (CZ) nel Palazzo Passalacqua-Marasco, residenza fortificata risalente al XVII secolo.

Fabiana Cacciapuoti

    Fabiana Cacciapuoti

Palazzo Passalacqua-Marasco, Soveria Mannelli (CZ)   Palazzo Passalacqua-Marasco, Soveria Mannelli (CZ)

Palazzo Passalacqua-Marasco – Soveria Mannelli (CZ)

Sabato 4 settembre, “Dante in love” – Incontro con Giuseppe Conte

Una storia di fantasmi che vede protagonista Dante Alighieri ai nostri giorni. Uno dei più grandi poeti italiani di oggi ripercorre con mirabile leggerezza, illuminata da colti e mai pedanti riferimenti, il viaggio d’amore del sommo poeta dalla Vita Nova al “poema sacro”. Giuseppe Conte è uno dei più importanti poeti italiani contemporanei. Con i suoi libri ha vinto premi prestigiosi come il Viareggio, lo Strega e il Nelly-Sachs. A lui si devono anche traduzioni da Blake, Shelley, Whitman e Lawrence, e due monumentali antologie di poesia. È autore di opere teatrali e di libretti d’opera. Le sue poesie sono tradotte in numerose lingue.

L’incontro si terrà in località Acconia di Curinga (CZ) nella Villa Cefaly-Pandolphi, costruita alla fine del ‘700 per essere adibita a casino di caccia, tra piantagioni di pompelmi. Fu visitata da personaggi illustri, come il Re d’Italia.

Giuseppe Conte

                                                                                                     Giuseppe Conte

Villa Cefaly-Pandolphi, Acconia di Curinga (CZ)   Villa Cefaly-Pandolphi, Acconia di Curinga (CZ)

Villa Cefaly-Pandolphi, Acconia di Curinga (CZ)

 Sabato 11 settembre, “Rigenerare Bellezza” – Incontro con Alessandro Bianchi

Se volgiamo lo sguardo sulle nostre città appare evidente l’esistenza di un enorme patrimonio edilizio che è stato dismesso e versa in uno stato di progressivo degrado: interi quartieri, complessi industriali, stazioni ferroviarie e molte altre cose ancora che deturpano l’immagine degli ambienti in cui si trovano, ne inficiano la funzionalità e creano problemi di gestione. Intervenire su questo patrimonio con una sistematica azione di rigenerazione può consentire di capovolgere il quadro negativo recuperando funzionalità e restituendo decoro e bellezza a città, territori e paesaggi. Alessandro Bianchi, tra i più importanti urbanisti italiani, è stato Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e dell’Università telematica Pegaso, già ministro dei Trasporti, socio onorario della Società Geografica Italiana, membro dell’Accademia di Scienze economiche e Finanziarie di Spagna, Presidente del Comitato Scientifico dell’UNIMED-Unione delle Università del Mediterraneo.

L’incontro si terrà a Curinga (CZ) nel Palazzo Bevilacqua, risalente al XVIII secolo e fulcro di iniziative sociali e imprenditoriali (filanda, frantoio).

Alessandro Bianchi

                                                                                                     Alessandro Bianchi

Palazzo Bevilacqua, Curinga (CZ)     Palazzo Bevilacqua, Curinga (CZ)

Palazzo Bevilacqua, Curinga (CZ)