Vai al contenuto

Nick Ut e Kim Phuc, la “Napalm girl”, a Milano

Per la prima volta in Italia la mostra antologica del Premio Pulitzer Nick Ut, nel cinquantenario della “Napalm Girl”. La mostra fotografica, curata da Ly thi Thanh Thao e Sergio Mandelli, è visitabile dal 6 al 31 maggio a Milano, Spazio IsolaSET di Palazzo Lombardia. La mostra, intitolata “From Hell to Hollywood”,  si tiene alla presenza del  del grande fotografo e di Kim Phuc, la “Napalm girl”, e ripercorre attraverso 61 immagini la carriera del fotoreporter dell’Associated Press, una delle più grandi agenzie fotografiche al mondo. Un evento straordinario, nato dalla conoscenza personale della curatrice Ly thi Thanh Thao con Kim Phuc Phan Thi risalente ai tempi dell’Università in Vietnam e fortemente voluto dall’Assessore all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia.

Kim Phuc e Nick Ut (ph Raul Roa)

Seguendo la trama suggerita dal titolo, la mostra procede lungo due filoni narrativi; da una parte si presentano gli orrori del conflitto vietnamita che prendono forma attraverso le immagini delle distruzioni, dei civili in fuga e degli eserciti in azione, culminanti con la sequenza che ha portato ad uno degli scatti più famosi della storia della fotografia. Dall’altra la modernità degli Stati Uniti, dove Nick Ut si è trasferito nel 1975, è rappresentata dalla contrapposizione tra i lustrini e luccichii di Los Angeles e una quotidianità popolata da homeless, proteste cittadine e incendi dolosi; i ritratti glamour del jet set americano, da Sylvester Stallone a Litz Taylor e Stevie Wonder passando per Michael Jackson, perciò, nel corso della mostra lasciano spazio a una realtà più cruda fatta di senzatetto, poliziotti in azione e elicotteri impegnati a spegnere le fiamme nelle foreste della California.

Non mancano scatti dedicati al Vietnam della ricostruzione, in grado di regalarci momenti di bellezza e di poesia.

Kim Phuc – protagonista nel 1972 dello scatto “Napalm Girl”, che è valso a Nick Ut il Premio Pulitzer 1973 – compare in diverse foto dell’esposizione, sia ai tempi del conflitto, sia in una fase successiva della sua vita, quando il fotoreporter la incontrò di nuovo ormai adulta.

Autore

Globus è una pubblicazione culturale presente con una pregevole edizione cartacea a uscita trimestrale (acquistabile per copia singola o per abbonamento annuale); con GlobusLab (pubblicazione digitale a uscita settimanale, monotematica e gratuita); con una newsletter settimanale. Tutti i contenuti sono presenti anche sui canali web/social. Immagini, parole e suggestioni dal mondo, per immergerci nella bellezza di luoghi e popoli, arte e storia, ingegno umano e creatività. www.globusrivista.itView Author posts