Il gesto di Rosa Parks

Tempo di lettura: 1 Minuto

È il primo dicembre del 1955. Siamo a Montgomery, in Alabama. Rosa Parks è una sarta che lavora in un grande magazzino e, come ogni giorno, prende l’autobus per rientrare a casa. Non trova posto nel settore riservato agli afroamericani e così si siede al primo posto libero che trova. Viene invitata a cedere il posto ad un uomo bianco, ma Rosa Parks si rifiuta. Conosce la legge ma sa quanto questa sia profondamente sbagliata, e perciò non si alza: un gesto clamoroso che diventa epocale. Da quel momento diventa il simbolo dei movimenti per i diritti, un esempio di coraggio e di attivismo non solo per i neri, non solo per le donne ma per chiunque creda che di fronte ad un’ingiustizia, persino se legalizzata, bisogna esercitare il giusto esercizio della protesta civile.

bus rosa parks

Il bus GM numero 2857 su cui Rosa Parks rifiutò di cedere il posto ad un bianco. Il bus dal 2001 è custodito a Dearborn nel Michigan, al museo Henry Ford